Walking meditation: la strada verso la serenità

La parola meditazione ti mette noia solo a sentirla? Sogni di diventare come un monaco zen, piena di pace e serenità, ma la tua vita è ben diversa. Come conciliare la realtà con il sogno? Con una nuova disciplina che coniuga i principi della meditazione a una bella camminata, adatta anche a te che di star ferma proprio non sei capace.

Walking meditation: cos’è

La meditazione camminata è una forma di meditazione attiva. Non è una semplice passeggiata perché la nostra mente sarà ben presente e concentrata sulla camminata, sui passi, sul respiro.

Diventiamo coscienti della nostra esperienza, mentre camminiamo e cerchiamo di mantenerne la consapevolezza.

Quali sono le principali differenze tra la classica mediazione “ferma” e la walking meditation?

Lasciamo stare il primo punto che pare ovvio: non si sta fermi ma si cammina, e poi?

  • Si pratica con gli occhi aperti: questo implica differenze nel modo di meditare. Non ritiriamo l’attenzione dall’esterno per portarla all’interno come accade, ad esempio, con le pratiche del respiro consapevole. Avendo gli occhi aperti dobbiamo essere consapevoli anche di ciò che si trova esterno a noi (oggetti o anche persone che incontriamo, il vento, il sole e la pioggia; ma anche i suoni della natura, delle persone e delle macchine…).
  • Consapevolezza a portata di mano: per la maggior parte delle persone è più facile essere consapevoli del proprio corpo quando si cammina rispetto a quando si è seduti cercando l’immobilità. Ciò che accade al corpo quando si è seduti è molto più difficile da osservare rispetto a quanto accade mentre si cammina (e sì, ci si annoia molto meno quando si è in movimento)
  • Tutti i giorni: essendo una pratica più dinamica,  può essere inserita nelle nostre vite abbastanza facilmente. Con la pratica, anche la camminata dalla macchina al supermercato può essere un’opportunità per un minuto di meditazione.
walking meditation anche in città

Come fare per iniziare

Stai già pensando “allora sono la maga della meditazione camminata, corro di qui e di là tutto il giorno pensando a mille cose”. Questa non è walking meditation bensì la frenesia multitasking che ha preso il sopravvento. Ci sono dei principi da seguire per cominciare e man mano far sì che la meditazione entri nella tua vita. Inizia così:

  • stai ferma: stai in piedi sul posto, prendi coscienza del tuo peso sulle piante dei piedi che poggiano a terra . Assapora tutti i piccoli movimenti che ti permettono di stare in equilibrio. Molto spesso diamo per scontato la nostra capacità di essere in grado di stare in piedi. In realtà, ci sono voluti un paio di anni per imparare a farlo (e ci sono racconti imbarazzanti di te bambina che lo dimostrano), solo che te lo sei scordato e ora non lo apprezzi più
  • inizia a camminare: prima con calma, lentamente, apprezzando ogni gesto. Il piede che appoggia a terra, le ginocchia che si piegano, le braccia che seguono l’andamento del corpo, l’ondeggiare della testa. Concentrati su tutti i movimenti che il tuo corpo fa per portarti a spasso e non pensare a nient’altro
  • prendi consapevolezza: inizia a sentire il contatto della pelle con l’aria, con i vestiti, con l’ambiente che ti circonda. Senti li tuo corpo, le articolazioni, i muscoli, come si contraggono. E poi poco per volta guarda il mondo attorno a te, senza farti invadere ma mantenendo l’attenzione sulle tue sensazioni interne. Non giudicare quello che provi, guardalo soltanto.
  • interno ed esterno: osservando cosa accade dentro e fuori di te mentre cammini, senza dare giudizi, porta all’equilibrio e alla calma.
  • fermati: senza stop forzati, rallenta e fermati sul posto. Come all’inizio senti il tuo corpo, come sono cambiati i muscoli, la postura, le sensazioni. Parti dalla punta dei piedi e senti tutto il tuo corpo fino alla punta dei capelli, fai un bel respiro e goditi questo momento di pace.

Ti ho convinta a provare la walking meditation? Io spero di sì. All’inizio ti sembrerà strano e innaturale, poi poco per volta scoprirai che è ancora più semplice che camminare di fretta tra un impegno e l’altro.

Il consiglio della Life Coach

Durante la tua walking meditation togliti le scarpe. Muovi le dita. Libera i tuoi piedi che spesso si ritrovano chiusi tra calze e scarpe pesanti. Goditi la sensazione dell’erba, della terra o della sabbia. Questo semplice gesto ti darà una grande sensazione di libertà e leggerezza.

Alla fine della tua “passeggiata meditativa” fermati per un momento. Guarda in alto. L’azzurro del cielo e il gioco delle nuvole.

È un bel modo per provare una sensazione di serenità e di possibilità. Ed è gratis!

Written by MyEmotional Team