Wow sono una Personal Trainer!

myemotionaltraining

foto di Francesca Pignatelli

Quando mi fermo una secondo, capita raramente, e mi rendo conto di essere una Personal Trainer dico: WOW! Sin da quando ero ragazzina sognavo di lavorare come allenatrice o come insegnante di ginnastica. L’immagine di me in tuta, con un fischietto in mano e tante persone da dover guidare che mi ascoltavano con ammirazione mi galvanizzava.

Sono sempre stata certa di voler fare questo lavoro. Non mi sono mai arresa e ho studiato e lavorato facendo tanta esperienza per farlo al meglio.

Personal Trainer che paura!

Esistono diversi luoghi comuni sull’immagine della Personal Trainer e vi elenco solo alcune delle frasi o pensieri che ho sentito dire su quello che è il lavoro e la professione che amo:

  • fissata con i muscoli e il fisico scolpito
  • esaltata e narcisista
  • fissata con la dieta
  • dipendente dallo sport
  • maniaca e frustrata, dovrebbe allenarsi di meno e fare di più l’amore
  • animatrice da villaggio
  • urla come una pazza o per farsi sentire?
  • si dovrebbe prendere meno sul serio
  • ma oltre al fisico ha anche un cervello?
  • monotematica
  • va bene per insegnare a fare su e giù da un gradino

Potrei andare avanti con mille esclamazioni molto divertenti ma anche molto frustranti per me perché non mi ci rivedo: io mi sento altro.

Ciao sono Elisa, la tua Personal Trainer

Ho deciso di non dedicare la mia vita allo sport per mio diletto, di non dedicare la mia vita allo sport per diventare più bella e invidiata, non ho dedicato la mia vita allo sport per essere superficiale.

In realtà ho deciso di non dedicare la mia vita allo sport ma di dedicarmi alle persone.

Lo sport per me è un mezzo stupendo attraverso il quale mi avvicino  agli altri in modo informale e riesco subito a stabilire una grande empatia con loro: è una passione attraverso la quale conosco  gli altri e me stessa.

Amo il mio lavoro perché mi permette di accogliere le persone, comprenderle e aiutarle. Stabilisco con loro un rapporto basato sulla fiducia , il rispetto e la stima.

Spesso i rapporti si trasformano in amicizie che mi arricchiscono. Insieme alle persone che alleno, attraverso il loro e il mio cambiamento, nella semplicità e nella trasparenza, il rapporto cresce. Il mio obiettivo è trasmettere le mie conoscenze tecniche in modo semplice: far capire alle persone che cosa stanno facendo con me per stare meglio e come poterlo fare al meglio da sole. Quando alleno penso a trasmettere la mia esperienza sportiva, per poter trasmettere la mia passione e per motivare le persone ad abbracciare lo sport come stile di vita.

Faccio il mio lavoro per tante ore al giorno e anche se la sveglia suona alle 6.00 tutti i giorni e il lavoro termina alle 21.00 non ci rinuncerei mai. Mi piace la vita e mi impegno per dare importanza a ogni singola ora e a ogni singola persona che seguo. Ogni istante è fatto di accortezza, lealtà e semplicità. Lo sport è semplice ed è nella natura dell’uomo muoversi per poter vivere e stare bene: siamo noi che poi abbiamo deciso di farlo diventare o un dovere o un mezzo per raggiungere modelli preconfezionati e irraggiungibili.

Amo spiegare gli esercizi che faccio fare perché non voglio essere solo una maestra e neanche una “dittatrice”. Per me è importantissimo che le persone capiscano e scelgano, con il passare del tempo, per il proprio benessere: ognuno ha la sua ricetta ideale formata da alimentazione sport e rapporti umani per essere felice.

Piacere sono Elisa: una Personal Trainer “diversa”.

myemotionaltraining

foto di Francesca Pignatelli

Vorrei sfatare il luogo comune e dirvi come mi sento IO da Personal Trainer:

  • insicura e in continua trasformazione e ricerca personale
  • vivo lo sport come un gioco e un hobby che fa spazio  alle cose più importanti della mia vita: amore e famiglia
  • mi piace tantissimo mangiare e penso che il cibo sia la nostra benzina e un momento di piacere meraviglioso: sono golosa di dolci e amo il buon vino e non ci rinuncerò mai
  • detesto i fissati con lo sport e aborro le diete: penso che per tenersi davvero in forma la ricetta giusta sia” più sport” e non “meno cibo”
  • sono ricca di interessi e ho voglia di imparare dagli altri
  • con il tempo ho imparato ad apprezzare la mia diversità fisica:sono un po’ “mascolina” rispetto alle altre donne ma a me piace tanto e mi fa sentire speciale
  • non mi guardo mai allo specchio
  • detesto chi urla o alza la voce per essere ascoltato
  • amo chiacchierare con i clienti e trasmettere loro tutte le informazioni che posso
  • non mi sento un animatrice turistica ma ho un attitudine naturale per stare con le persone, farle sorridere e catturare la loro attenzione.

Credo in quello che faccio: credo nelle persone con cui lavoro e nello sport come “aiuto” per cambiare e migliorare la vita. Spero di poter trasmettere a più gente possibile il mio pensiero e spero di essere un bel ricordo per chi ha fatto con me una parte del suo percorso di consapevolezza. Io vorrei solo dire a tutte le persone che ho incontrato e a quelle che incontrerò un grande GRAZIE.

 

 

 

 

Written by MyEmotional Team