Da lunedì o tutto o niente.

Quanti di noi hanno detto inizio da lunedì?

Il lunedì, l’inizio di tutte le nostre speranze.

Non ho ancora capito perché magicamente un giorno della settimana, che segna la fine di due giorni di relax, diventa il giorno della speranza in cui noi visualizziamo l’inizio della nostra trasformazione.

Basta accontentarsi: noi siamo dei supereroi e da lunedì spiccheremo il volo

Emotional Empowerment Training

Tristezza infinita mentre ci guardiamo allo specchio e sulle nostre facce appare quella smorfia tra il disgusto, lo stupore e l’amarezza. Nella testa una voce ci dice “dai alla mia età no, non posso essere così, voglio fare subito qualche cosa”.

Senza neanche saperlo con quel “subito” abbiamo già distrutto qualsiasi proposito di cambiare e di arrivare dove vorremmo. Decidiamo di stravolgere la nostra vita e decidiamo di farlo da…lunedì. Siamo convinti e consapevoli che prima iniziamo meglio è: vogliamo in tempi brevissimi riguardarci allo specchio e dirci “ma che figo sono!“.

Con una determinazione olimpica fissiamo il grande giorno in cui tutto inizierà magicamente a cambiare e facciamo esplodere la nostra agenda:

  • Appuntamento con il dietologo, che deve essere disponibile lunedì stesso e sempre lunedì darci una dieta che inizieremo a fare metodicamente e in modo maniacale: FATTO.
  • Appuntamento con il Personal Trainer, che sarà fighissimo, tostissimo, bravissimo e agirà sul mio corpo più veloce di un bisturi. Un Personal Trainer che mi allenerà 7 giorni su 7 perché altrimenti non serve: FATTO.
  • Appuntamento con l’estetista che in un’ora mi farà ceretta, lampada, unghie, massaggio linfodrenante facendomi passare la pelle a buccia di arancia e subito lunedì stesso comprerò un abbonamento di 25 sedute: FATTO.
  • Appuntamento dal parrucchiere, al quale chiedo di aprire solo per me lunedì e che mi farà crescere i capelli, sparire quelli bianchi e darà valore alla mia bellezza oscurando qualsiasi difetto del viso: FATTO.
  • Appuntamento con il mio capo in ufficio lunedì alle 7,45  per comunicargli che così non va, che sono stressato, che le cose cambieranno da subito e da lunedì alle 18 farò cadere la penna e me ne andrò: FATTO.

Potrei continuare l’elenco dell’agenda che lunedì ci siamo creati, ma mi fermo ed ecco arrivato il lunedì.

Carichi come degli eroi ci svegliamo e non vediamo l’ora di mettere in pratica tutti i propositi e di iniziare.

Siamo bravissimi perché mangiamo a regime, andiamo ad allenarci stravolgendoci, riusciamo a fissare appuntamenti con parrucchiere ed estetista per martedì e mercoledì. Con coraggio riusciamo anche a dialogare con il nostro capo accennandogli la decisione, intimoriti, cambiando discorso in tempo record, ma non importa lo abbiamo fatto.

Bene adesso che noi abbiamo fatto il primo passo le cose dovranno cambiare per forza, subito e tutte.

Martedì ci svegliamo e matematicamente ci diciamo “che bravo sono stato ieri“. Poi mentre facciamo colazione sbuffiamo, non siamo poi così felici, le cose non sono cambiate tutte subito. Iniziamo a pensare che fare sport in fondo però ci stanca e non possiamo permetterci di andare al lavoro stanchi visto che tanto prima delle 20 non ne usciremo. Riflettiamo su che vita triste sarebbe senza pizza, aperitivi e nutella: la vita è già difficile mica ci possiamo privare di tutto. Pensiamo che anche se i nostri capelli miglioreranno nessuno se ne accorgerà e quindi non ha senso buttare via soldi. Pensiamo che visto che non siamo nè corteggiati nè corteggiamo l’estetista può aspettare.

Ecco come “subito” abbiamo distrutto tutto: le speranze, i buoni propositi, il volerci bene e la voglia di cambiare.

Mercoledì ci guardiamo allo specchio e diciamo “va bene dai. questa settimana va così ma da lunedì mi rimetto sotto…”

Fa paura volersi bene, meglio posticipare a lunedì prossimo

Emotional Empowerment Training (2)

 

Siamo in tanti ad essere così: perennemente posticipiamo il provare a volerci bene.

Fa troppa paura pensare di muoversi verso l’essere felici. Fa troppa paura pensare di faticare per un obiettivo importantissimo. Fa troppa paura pensare che il cambiamento ha bisogno di tempo e di essere attraversato. Meglio posticipare continuamente al lunedì successivo con la falsa certezza che se lo vogliamo  da lunedì le cose cambieranno: sappiamo che non sarà così.

A fare sport? Incomincio da adesso. A mangiare in modo migliore per la mia salute e per sentirmi meglio? Incomincio da adesso. A volermi bene trovando tempo per me? Incomincio da adesso.

L’importante è cominciare senza darsi una scadenza perché non siamo dei sottaceti o degli insaccati, siamo più simili a dei pini: sempreverdi.

 

Written by MyEmotional Team