6 motivi per cui non riesci a dimagrire

Inauguriamo oggi il primo di diversi articoli dedicati alla nutrizione e alla sana alimentazione. A scrivere l’articolo è la Dott.ssa Maria Teresa Valitutti, dietista ADI – ANDID, che ha un bel blog –www.fool4food.it – che consigliamo a tutte per sfatare miti e credenze sull’alimentazione, la salute e la dieta. Inizia così la sua collaborazione con il nostro percorso ma restate in ascolto, presto tante altre novità. Buona lettura 🙂


La primavera porta con sé desiderio di rinascita e maggio può rappresentare il mese delle buone intenzioni, come per esempio quella di mettersi a dieta per perdere peso in attesa della tanto temuta “prova costume”. Meglio tardi che mai, ma come fare per ottenere dei risultati che si mantengano tali anche dopo l’estate?

Ricomincia totalmente, senza ripetere gli stessi errori passati

Per prima cosa, potrebbe esserti molto utile non ripetere i soliti errori che, molto probabilmente da anni, ti riportano al circolo vizioso di perdere peso per un periodo di tempo limitato e poi riprenderlo subito poco dopo, magari con gli interessi. Esamina molto bene quello che fai quando ti dici “ok, da lunedì mi metto a dieta!” e cosa succede quando invece la interrompi. In genere, soprattutto se ricorri al “fai da te”, è probabile che tu restringa troppo l’alimentazione e di conseguenza tu riesca per poco tempo a seguire la tua “dieta”. Quando si sottopongono corpo e mente a dei cambiamenti troppo drastici, non maturati, è abbastanza automatico che di lì a poco si esploda e si abbandoni il tutto, con ripresa del peso, frustrazione e insoddisfazione verso se stessi. Ho amato da subito il progetto di Nadia ed Elisa proprio perché la figura della Life Coach è fondamentale anche in questa fase iniziale. Non sempre infatti riusciamo a essere onesti e obbiettivi quando si parla di noi stessi.

Sì a una sana alimentazione, no alla “dieta”

Una strategia alimentare utile per evitare tutto questo potrebbe essere il non fare la solita dieta, anzi, non chiamarla proprio “dieta” e cominciare ad alimentarti in modo diverso a lungo termine, più sano ma senza affamarti, scegliendo il cibo non in base alle sue calorie ma alla sua qualità, evitando tutto ciò che è industriale e ready-to- eat, anche se pubblicizzato come “diet” “light” e “low fat”. Scegli il cibo vero, fresco e di stagione. Fai dei pasti completi, in cui siano presenti tutti i nutrienti di cui il tuo corpo ha bisogno. Varia il più possibile quello che mangi. All’inizio può risultare difficile e ti troverai a pensare “come farò senza i miei cibi pronti” ma quando assaporerai il sapore vero del cibo con tutte le sue sfumature te ne innamorerai.

6 motivi per cui non reisci a dimagrireSii moderato ed equilibrato

Altro aspetto molto importante è la moderazione: infatti, molto spesso il punto critico non è non sgarrare mai, ma imparare a sgarrare e fermarsi per tempo, prima che lo sgarro diventi la normalità e la quotidianità. Un gelato mangiato ogni tanto non incide molto, ma se ogni giorno prendi il biscottino fuori pasto o spizzichi da dispensa e frigo sicuramente l’effetto sarà diverso e ti manterrai in uno stato di costante frustrazione e insoddisfazione (ti privi del gelato, ma mangiucchi continuamente alimenti che ti sembrano più dietetici del gelato e alla fine ti faranno ingrassare di più, soddisfacendoti meno).

Il cibo non è solo nutrimento

Ricordati che mangi non solo per sopravvivere ma anche per piacere, per cui se il tuo scopo è stare bene a tutti i livelli è molto importante che in tavola porti cibi sani ma allo stesso tempo anche buoni, che ti piacciano e che gratifichino il tuo palato, senza schiaffeggiarlo con eccesso di sale o zucchero o grassi di bassa qualità, ma nemmeno che si riducano a insalata scondita e petto di pollo ai ferri. Moltissime diete falliscono proprio perché ci si mortifica costringendosi a mangiare cibi senza gusto o che non piacciono.

Poniti un nuovo obiettivo: il benessere psicofisico

Se il tuo unico scopo sarà dimagrire per apparire meglio in costume, è altamente probabile che da settembre riacquisterai peso, una volta venuto meno questo fine. Impara a porti degli obiettivi diversi dalla perdita di peso: è stupido misurare la buona riuscita della tua dieta attraverso il peso corporeo, perché la bilancia non rivela le modifiche reali che stanno avvenendo nel tuo organismo (stai perdendo grasso? Acqua? Muscolo? Mele? Pere?). Sarà invece utile focalizzarti su obiettivi ben tangibili nella tua quotidianità e a brevissimo termine. Per esempio entrando in contatto col tuo corpo e percependo come si sente e di cosa ha bisogno. Quando si mangia male o troppo, ci si sente meno energici e vitali, si fatica a digerire, si tende a impigrirsi e a percepire più sonno. Concentrati al massimo sugli aspetti negativi del non mangiare correttamente e del muoverti poco, saranno queste sensazioni a invogliarti al cambiamento e a preferire il nuovo stile di vita in favore del vecchio. 

Concentrati sul benessere crescente percepito, sul fatto che via via avrai meno fiatone nel fare le scale e sul tuo corpo che gradualmente ti risponde meglio. Misurati attraverso i vestiti che ti staranno meglio e più comodi.

Pianifica un piano di allenamento fisico sensato e non improvvisato. Con una Personal Trainer che ti prepara schede ed esercizi in base al tuo fisico, alle tue esigenze, alle tue capacità, sarà più facile sia seguire gli obiettivi che il programma e i risultati saranno sorprendenti dalle prime settimane. Ricordati di voler bene al tuo corpo, è lui che ti scarrozza tutto il giorno e non è un sacco di patate da svuotare.

Utilizza qualsiasi risorsa disponibile

Aiutati a seguire il nuovo stile di vita con quanti più mezzi hai, rivolgendoti anche ai giusti professionisti. Cambiare non è facile né automatico. Se per tanto tempo hai agito e vissuto in un certo modo è perché ci sono dei fattori favorenti che ti mantengono in una certa condizione e ne fanno un’abitudine. E per quanto si possa essere pieni di buoni propositi, non sarà semplice scardinare la vecchia routine e imbroccare la giusta via.

Cambiare, inoltre, significa esplorare nuovi luoghi e questo può fare molta paura. Ma se quanto hai fatto finora ti ha portato ad ingaggiare una ciclica lotta con la bilancia, cambiare profondamente è una necessità che precede e accompagna la modifica fisica che tanto cerchi. L’unico percorso davvero efficace a lungo termine è quello in cui il cambiamento di alimentazione e di attività fisica si adattino perfettamente alla tua persona ed entrino a far parte della tua nuova vita, non solo per una breve parentesi.

Written by MyEmotional Team