Stramilano 2016: la mia sfida.

Volevo condividere con voi perché marzo, per me, è il momento delle sfide.

La definizione generica di sfida è: richiesta di competere agonisticamente contro qualcuno.

La definizione di sfida in questo mese di marzo per me che sono una personal trainer e una donna che vive, ama e lavora sodo e che vive a Milano, diventa:

  • avere pazienza di aspettare la primavera senza entrare nel pessimismo cosmico delle piogge inquinate milanesi.
  • sopravvivere alla Pasqua e alle uova di cioccolato senza farmi venire la peritonite.
  • non entrare in panico pensando ai soldi che serviranno per le vacanze estive.
  • non farmi venir voglia di prendere un lanciafiamme dopo che amici e parenti mi ricordano tutti i giorni che il mese successivo invecchierò.
  • far capire alle persone che non sarà digiunando o correndo 7 ore al giorno che arriveranno in forma all’estate.
  • chiudere il primo trimestre lavorativo dell’anno senza abbattermi se i conti non tornano.
  • avere la voglia di sfidare il sole in maglietta e pantaloncini anche se il termometro segna 6 gradi.
  • riuscire a coinvolgere tutte le persone che mi conoscono in una stupenda giornata di festa e movimento come la Stramilano.

10 motivi per fare la Stramilano

Siete tra quelli che pensano “mai e poi mai mi metterò a correre” o che il giorno della Stramilano imprecano contro tutto e tutti perché Milano non è facilmente percorribile? Oggi cercherò di darvi 10 buoni motivi per passare dall’altra parte, per farvi anche solo venire il dubbio che qualcosa di buono, se 50.000 persone una domenica mattina si riuniscono per correre, ci deve pure essere. O no?!

 

  1. Svegliarmi la domenica mattina presto e sentirmi una vera atleta mi da un sacco di carica: mi vedo per un attimo come un australiana fisicata e abbronzata sempre bella e piena di tatuaggi. La cosa fondamentale è che prima di uscire di casa non mi venga voglia di specchiarmi altrimenti mi passa la poesia.
  2. Gustarmi il primo sole di primavera che mi mette subito buon umore e fa scattare una serie di voglie come il mare, la spiaggia, i tuffi, lo sci nautico, i pantaloncini, la tavola da surf e gli aperitivi al tramonto.
  3. Muovermi per un ora mi permette di sentire il mio corpo che si sveglia e si carica di energia. Con il passare dei minuti sento il sudore, la sete e una piacevole sensazione di fatica. Mi piace emozionarmi attraverso il mio corpo perché sono una persona molto “fisica”.
  4. Ascoltare la mia musica preferita per lungo tempo senza interruzioni. Mi sembra di entrare in altre dimensioni fatte di ricordi, di pensieri e di un battere del cuore a ritmo di musica.my emotional training e la Stramilano
  5. Vedo Milano, la mia città, che a volte amo perché mi da tante possibilità e a volte odio perché è così “tanta” da soffocarmi. Correndo per la strada al mio ritmo osservo dettagli che nella quotidianità non noto mai.
  6. Vedo le facce dei milanesi imbruttiti che si svegliano la domenica mattina alle 7,30. Il segno del cuscino è ancora sulla guancia di ciascuno di loro ma di fianco spicca un bel sorriso. Sono tutti belli anche se semplicemente in tuta e in quel momento vorrei scattare mille foto.
  7. Condivido un momento con amici non davanti a una pizza o a un calice di vino ma facendo insieme a loro un esperienza con il cuore.
  8. Mi metto tutti i vestiti sportivi più colorati e divertenti che rappresentano gioia e movimento. Amo le scarpe da tennis fluo e amo vedere tutti con gli iPod e le cuffie grandi. Per un attimo quando mi guardo attorno mi sento alla maratona di New York.
  9. La domenica pomeriggio mi svacco sul divano e ho una stanchezza “sana” da sport e non da “maratona alimentare” per il pranzo con parenti.
  10. Posso raccontarlo per i mesi successivi  a tutti quelli che conosco. Ogni volta che lo faccio trasmetto il mio entusiasmo e spero che l’anno dopo ci sarà qualcuno in più al mio fianco.

Pronti alla sfida?

my emotional training

Sono sicura di avervi convinto a venire a questa bellissima domenica mattina con me e il gruppo My Emotional Training.

Se non ti sei ancora iscritta o iscritto sbrigati: ti stiamo aspettando! Puoi fare come Valeria che ha fatto diventare anche l’iscrizione una piccola festa con le amiche, perché come dice una famosa pubblicità “L’attesa del piacere non è essa stessa il piacere?

La nostra squadra My Emotional Training ti da appuntamento alle ore 8.30 davanti al negozio le coque sportif . Da lì ci incammineremo in piazza Duomo per la partenza alle ore 9.00.

Alla fine della Stramilano ci rincontreremo al Living  dalle ore 11.00 in poi per bere un caffè e farci una bella colazione al sole.

Sarà un modo per fare due chiacchiere e un po’ di risate.

Gli ingredienti per una giornata sportiva divertente e indimenticabile ci sono tutti tranne uno: TU!

Written by MyEmotional Team